LE COSE CHE NON TI HO DETTO

Numero di pagine: 342

Data di pubblicazione: 2009

Genere:  Romanzo


Azar Nafisi con questo libro ha deciso di raccontare tutto quello che ha taciuto a tutti sulla sua famiglia, sulla sua vita e sul suo paese. Il ritratto del padre, sindaco di Teheran all'epoca dello Scià, e della madre, primo membro femminile del parlamento iraniano, i  tradimenti di lui, il mondo fantastico in cui lei a poco a poco trasforma la realtà insopportabile che la circonda. 

Azaar Nafisi racconta con una prosa coinvolgente e fluida la storia della propria vita, di un paese, della propria famiglia, del regime totalitario iraniano. Si tratta di un bellissimo romanzo che ripercorre tutto il novecento dell'Iran con le sue tradizioni e la sua cultura.

Ma è anche e soprattutto la rivelazione di come a volte le dittature sembrino riprodurre i silenzi, i ricatti, le doppie verità su cui si regge il primo, e più perfetto, sistema totalitario: la famiglia.



“ Questo libro non intende offrire un quadro politico e sociale dell'Iran, ma raccontare la storia di una famiglia sullo sfondo dei fatti del secolo scorso: dagli inizi, quando nacque mia nonna, alla fine, quando nacque mia figlia. In questo lasso di tempo due rivoluzioni segnarono il paese, provocando conflitti, contraddizioni e uno stato di perenne turbolenza.”

 

 Mi piace la Storia e qui si entra in quella dell'Iran attraverso le vicende di una famiglia, la Nafir racconta le relazioni importanti della sua vita senza riserve, con intensità, schierandosi. Le pagine scorrono veloci e le vicende dell'Iran pure, è un'immersione nelle vite dei protagonisti, come fosse un romanzo, ma un romanzo non è!


Curiosità



Hai letto questo libro anche tu?

Cosa ne pensi? Lascia una tua recensione, un tuo commento qua sotto! :)

Commenti: 0