PERSUASIONE

Numero di pagine: 300

Data di pubblicazione: 1818

Genere:  Romanzo


Anne Elliot e Frederick Wentworth si conoscono nel cuore della loro giovinezza. Lei è figlia di un importante baronetto che fa parte di una antica e nobile famiglia britannica. Possiede innate qualità̀: è intelligente, gentile e si prodiga costantemente ad aiutare gli altri. Frederick è un giovane di bell'aspetto, anche lui intelligente e di valore, ma con un temperamento forte e deciso nel sapere quello che vuole. Si innamorano velocemente e profondamente. Quando Frederick chiede Anne in sposa, lei lo rifiuta. Viene "persuasa" dalla sua grande amica Lady Russell e in maniera più̀ indiretta dal padre, Sir Walter (che giudica assai indecorosa l'unione), a rifiutare il suo vero amore, perché́ senza patrimonio. La ferita che si apre nel cuore di Anne, sembra che non debba rimarginarsi mai e trascorre gli otto anni successivi a Kellynch Hall, l'antica proprietà̀ di famiglia. La sua posizione in essa è pressoché́ inesistente: le decisioni più importanti vengono prese dal padre e dalla sorella Elizabeth, che vivono del loro splendore aristocratico, spendendo più di quanto si possano permettere. La loro assoluta incompetenza negli affari, li porterà̀ sull'orlo della bancarotta, obbligandoli ad affittare la loro dimora. Il caso vuole che la sorella di Frederick ed il marito, i Croft, diventino i nuovi affittuari di Kellynch. Il passato ritorna e anche “il nuovo” Wentworth, che torna ricco e valoroso. Si è guadagnato il grado di Capitano ed è deciso a scegliere una moglie, che non si lascia fuorviare dai giudizi degli altri. Ad Anne si presenta una nuova occasione di rivederlo, e si rende conto dopotutto, di non essere la sola con il cuore spezzato.



“ Vi offro di nuovo il mio cuore che è ancor più vostro di quando lo spezzaste quasi otto anni e mezzo or sono. Non abbiate l’ardire di affermare che l’uomo dimentica più in fretta della donna, che il suo amore finisce prima. Non ho amato che voi. Ingiusto posso essere stato, debole e risentito lo sono certamente stato, ma incostante mai. Per voi soltanto sono tornato a Bath e senza di voi non posso immaginare il mio futuro.”

 

 

Consiglio questo libro, che ho scoperto ovviamente dopo il classico Orgoglio e Pregiudizio, in quanto sempre molto attuale, come la maggior parte dei temi descritti nei libri della Austen. Lasciarsi persuadere dal pensiero e dai consigli altrui era facile allora come oggi, la ricerca dell’approvazione negli altri è una caratteristica che ritroviamo anche ai giorni nostri, la differenza sta nei mezzi di persuasione. L’insicurezza e la mancanza di esperienza spesso ci portano a seguire consigli e percorrere strade che avremmo escluso…ma la protagonista di questo libro, come ogni classica eroina della Austen, sarà in grado di discernere il giusto dallo sbagliato e di riprendersi in mano le sorti della propria vita.

 

 


Curiosità

Persuasione è l'ultimo romanzo completo scritto da una Jane Austen sofferente, prima dell'aggravio della malattia, che la portò alla morte nel luglio del 1817. Fu l'unico, insieme a “L'abbazia di Northanger”, ad essere pubblicato col vero nome dell'autrice. Le opere precedenti infatti, recavano la firma “by a Lady” o “by the autor of Sense and Sensibility”, ma fu il fratello Henry a rivelare l'identità̀ della sorella.



Hai letto questo libro anche tu?

Cosa ne pensi? Lascia una tua recensione, un tuo commento qua sotto! :)

Commenti: 0