L'IMMIGRAZIONE

  • La mappa dei sogni – Shulevitz Uri (dai 5 anni)

In questa storia, basata sui suoi ricordi di bambino durante la seconda guerra mondiale, Uri Shulevitz racconta come la sua immaginazione e una grande mappa lo hanno trasportato lontano dalla fame e dalla miseria.

 

  • Amali e l’albero - Lorenzoni Chiara (dai 5 anni)

Amali arriva da un paese lontano. Ha attraversato il mare sotto un cielo pieno di stelle, le stesse stelle che vede qui. E che la fanno sentire di nuovo a casa.

 

  • Un nuovo amico di Anna – Giraldo M.L. (dai 5 anni)

Nella classe di Anna è arrivato Emmanuel, un nuovo compagno che viene da lontano. Ha i denti bianchi e la pelle scura... Un gioco e un racconto per i bambini che incominciano a leggere.

 

  • Il viaggio – Sanna Francesca (dai 5 anni)

Con grande sensibilità, questo album segue le vicende di una famiglia costretta ad abbandonare tutto quello che possiede, compresa la propria casa, per scappare dagli orrori della guerra. Nel suo libro d'esordio, Francesca Sanna esplora con delicatezza e intensità la forza dell'animo umano di fronte alle avversità, ed esalta il potere della speranza. 

 

  • Ponte dei bambini – Bolliger Max (dai 6 anni)

Sulla sponda di un fiume abitano due famiglie di contadini, una sulla riva sinistra e l'altra sulla riva destra. Fra le famiglie non scorre buon sangue e spesso litigano fra di loro. Ma un giorno, quando le acque nel fiume si sono abbassate, i bambini non resistono alla tentazione e attraversano il fiume...

 

  • Orizzonti - Formica Paolo (dai 6 anni)

Un libro silenzioso per raccontare una storia forte e potente che arriva da lontano.

 

  • Una coperta di parole - Kobald Irena (dai 6 anni)

Girandola è una bambina che sa fare la ruota. E va ad abitare in un altro paese, freddo, dove le parole e le persone sono strane. Dove è strano perfino il vento. Quando è triste si avvolge nella sua vecchia e calda coperta, fatta di ricordi. Ma un giorno riceve un regalo bellissimo: una coperta nuova, fatta solo di parole.

 

  • Sogno di Youssef – Paglia Isabella (dai 6 anni)

Youssef e Maryam sono amici da sempre. Ma l'arrivo della guerra li separa: Maryam deve partire con la mamma, su un barcone. Da quel giorno, Youssef disegna una caravella sul muro della sua casa. E’ la nave delle scoperte che, spera, lo condurrà a ritrovare Maryam. Anche se la caravella crollerà, insieme alla sua casa, sotto le bombe, il sogno di Youssef troverà il modo di avverarsi. Perché i sogni dei bambini trovano sempre un modo per sopravvivere.

 

  • Fu’ad e Jamila - Zanotti Cosetta (dai 6 anni)

In una notte umida e fredda Fu'ad e Jamila assieme a un gruppo di uomini donne e bambini lasciano la propria casa e si mettono in viaggio. Dall'altra parte del mare, oltre l'orizzonte, li aspetta una terra dove tutto e' possibile, dove le guerre non esistono e la miseria neppure. In mezzo ci sono le onde, la tempesta che fa paura, il rischio della deriva. Poi una luce squarcia il silenzio della notte... Le storie sono fatte di desideri, speranze e di sogni. Ma a volte e' la vita vera che ci riserva le sorprese piu' grandi.

 

  • Fazzoletto bianco - Boldis Viorel (dai 7 anni)

Il fazzoletto bianco e' un racconto per parole e immagini intenso e struggente. E' la storia di una partenza dalla propria terra d'origine e di uno strappo delle proprie tradizioni e dalla propria famiglia, amate e odiate con uguale violenza. Ma e' anche la storia di un confronto con la dura realta' delle terre inospitali e fredde in cui arriva chi migra. Ed infine e' la storia di un ritorno pieno di ansia e gioia, ricco di pathos e di emozione, grazie a cui, dopo la ribellione e la fuga giovanili, ritrovare il senso degli affetti e delle proprie radici.

 

  • Akim corre - Dubois Claude (dai 7 anni)

La storia di Akim è personale e intima, ma è anche quella di migliaia di altri bambini, donne e uomini che la violenza della guerra costringe alla fuga. Tutti hanno diritto ad essere accolti e protetti. Amnesty International si batte perché il diritto d'asilo sia rispettato ovunque nel mondo.

 

  • A braccia aperte: storie di bambini migranti (dai 8 anni)

Questa è la storia di Alex, che fuggì da Sarajevo; di Gina, che emigrò negli Stati Uniti; dei due fratellini haitiani adottati; del piccolo Hazem, che dalla Siria arrivò in Germania; del giovane Haila, giunto in Italia dall'Eritrea; della famiglia di Ferrara che trovò riparo in Svizzera; di Claudia, la piccola rom; di Casimiro, che viaggiò dalla Polonia a Milano in un TIR; di Emanuele, che ora vede la sua Napoli solo alla TV; di Shaira, che cercava un luogo pacifico dove far nascere il suo bambino; di Marika, la timida albanese, che in Italia ha trovato una nuova amica; di Timo, il gatto sbarcato a Lampedusa...

 

  • Yusuf e’ mio fratello – Varriale Pino (dai 9 anni)

Quando il prof propone alla classe di pubblicare un giornalino, il progetto riscuote subito un grande successo! Merito soprattutto delle vignette colorate e a volte irriverenti di Yusuf, il ragazzino siriano che ha trovato rifugio in Italia. Ma il viaggio di Yusuf verso la libertà non ha ancora finito: non tutti, infatti, sono contenti di avere un clandestino in redazione...

 

  • Pane arabo a merenda – Ferrara Antonio (dai 8 anni)

Nadir è venuto a vivere in Italia, ha dieci anni ed è marocchino, ha la pelle, i capelli e la religione diversa dai bambini italiani ma, a parte questo, i bambini sono o dovrebbero essere tutti uguali. Perché allora deve stare davanti ad un supermercato per vendere accendini o per riportare a posto i carrelli della spesa pur di racimolare qualche soldo? Perché deve lavorare ed essere considerato 'diverso'? Come gli appare lontana la sua Casablanca, dove tutte le finestre hanno le persiane che proteggono dal sole e tutte le porte hanno una tenda per fare ombra, dove ci sono ancora il nonno, la nonna e lo zio Kamir ma, soprattutto, dove sarebbe un bambino come tanti altri.

 

  • Dall’altra parte del mare – Dell’Oro Erminia (dai 9 anni)

Elen e la sua mamma stanno fuggendo: lasciano il loro paese, l'Eritrea, la loro casa e tanti ricordi per realizzare il sogno di una nuova vita. Questa e' la loro storia, e quella di tutti coloro che sfidano ogni giorno il mare per raggiungere l'Italia e la pace.

 

  • Storia di Ismael – D’Adamo Francesco (dai 10 anni)

Ismael fa il pescatore lungo le coste del Nord Africa, a pochi chilometri dalla tanto vagheggiata "Talia". Il mare è parte integrante della sua vita, fonte di sostentamento e simbolo di appartenenza insieme; ma quando il mare, all'improvviso, gli strappa il padre, a Ismael non resta altro che abbandonare tutto quello che conosce e che gli è¨ caro, e intraprendere un viaggio disperato, alla ricerca di fortuna e di un luogo che possa veramente chiamare casa. 

 

  • Ammare vieni con me a Lampedusa – Pellai Alberto (dai 10 anni)

Mattia ha quindici anni, Caterina tredici. Hanno mille domande e poche risposte: sul mondo, sul futuro, su di sé. Le loro strade si incrociano. Prima, quasi per caso, nella vita reale. Poi, di proposito, tra le righe di un blog: Vieniconmealampedusa. È Mattia a curare il blog, sotto falsa identità. Lì è Franz, un ragazzo che vuole sensibilizzare il mondo sul destino dei migranti. L’idea nasce da una ricerca scolastica: lui che non si è mai messo davvero in gioco, lui che si nasconde dietro una massa di ricci disordinati, lui che ha una lista di sogni ben custodita nel cassetto, sente di non poter più rimanere in silenzio. Non davanti al dramma di chi muore nel Mar Mediterraneo cercando una speranza, una via d’uscita. Per la prima volta Mattia prende in mano la sua vita per fare qualcosa di concreto, per lasciare il segno. E invita un politico a trascorrere una settimana con lui in un centro per migranti. Forse questo non accadrà, forse nessun politico risponderà all’appello di Mattia, ma quello che il ragazzo troverà grazie al suo blog è molto di più. Migliaia di followers disposti ad alzare lo sguardo insieme a lui. E un’amica speciale, come Caterina.

 

 

  • Viky che voleva andare a scuola.- Gatti Fabrizio (dai 12 anni)

La vicenda di Viki ha occupato per parecchio tempo le pagine di cronaca del Corriere della Sera. A scoprirla e raccontarla è stato un cronista che perlustrando la periferia di Milano, una sera d'inverno, in cerca di storie, ha visto un bambino fare ritorno da solo, nel buio, in una baraccopoli popolata da clandestini. Viki e la sua famiglia vengono dall'Albania e stanno cercando di inventarsi una nuova vita in Italia. Non è facile, perché non sono in regola. Ma Viki ha una marcia in più: è bravo a scuola, vuole imparare. Una storia vera, una volta tanto a lieto fine, per riflettere su parole come accoglienza, integrazione, solidarietà.

 

  • Le nuvole da latte – Frescura Loredana (dai 12 anni)

"Andrò in una scuola italiana: una scuola vera con i banchi e forse due lavagne e gessi che scrivono e sedie e forse anche più di un libro a testa." Carlos, quattordici anni, arriva dal Nicaragua in Italia, invitato dalla classe che lo ha adottato a distanza. Per i ragazzi non è facile accettare il nuovo venuto, e lui lo sente. 

 

  • Nel mare ci sono i coccodrilli – Geda Fabio (dai 14 anni)

Mi chiamo Enaiatollah Akbari. Questa è la storia del mio viaggio dall'Afghanistan all'Italia. Attraverso Paesi dove si parlano lingue sconosciute, città, montagne, mari e lavori. Un viaggio durato cinque anni: sono partito a dieci, e sono arrivato a quindici. Ma non stupirti. Non ero solo. Perché questa è anche la storia di tanti bambini come me.

 

  • Oggi forse non ammazzo nessuno. Storie minime di una giovane musulmana stranamente non terrorista - Randa Ghazy (dai 14 anni)

I jinn (un esemplare illustre: quello che abitava nella lampada di Aladino) appartengono a un mondo che non è quello degli uomini né quello degli angeli. Stanno a metà, possono essere buoni o cattivi, certo sono curiosissimi. Jasmine è come un jinn: buona, ma spesso arrabbiata, perché nessuno la capisce. Non la sua migliore amica Amira, che dopo anni di fronte comune cede (cede?) a un matrimonio combinato. Non i genitori, perplessi come tutti i genitori del mondo davanti agli scatti ribelli di una ventenne in cerca di identità. Non i ragazzi musulmani come lei, che la vorrebbero più semplice, più tranquilla. Non i ragazzi occidentali, pronti a rovesciarle addosso insopportabili, banali, disarmanti luoghi comuni sugli arabi. Sola, smarrita in un groviglio di contraddizioni, Jasmine possiede però un'arma potente: l'ironia. E in questa storia molto vera Randa Ghazy riesce a mescolare un acceso istinto polemico con la leggerezza di chi sa sorridere di sé. 

 

  • Il mare davanti – Dell’Oro Erminia (dai 15 anni)

Tsegehans Weldeslassie, Ziggy per gli amici, è nato il 30 settembre 1980 ad Asmara. Dopo essersi laureato, come tutti i suoi coetanei viene destinato a uno dei campi militari che si trovano in Eritrea. Non ha scelta, per la dittatura infatti ha un incarico obbligatorio e a tempo indeterminato. Chi lo rifiuta finisce in prigione come disertore. Ziggy però non ci sta. Non vuole rinunciare al suo futuro e sceglie la strada più incerta e pericolosa: la fuga verso l'Europa. Passato di nascosto il confine con il Sudan, si trova davanti un deserto di migliaia di chilometri prima di arrivare in Libia e giocarsi il tutto per tutto su uno dei terribili barconi che ogni giorno solcano il Mediterraneo.