la diversità

  • Piccolo blu e piccolo giallo - Leo Lionni (3 anni)

Piccolo blu e piccolo giallo adorano giocare insieme. Ma quando si abbracciano diventano tutti verdi. 

 

  • Io non sono come gli altri - Janik Coat (4 anni)

Gli ippopotami amano fare il bagno nel fango e i piranha sono carnivori, ma Archimede preferisce la sua jacuzzi e Orazio e' vegetariano... Gli animali di Janik Coat sono proprio diversi dagli altri. 

 

  • Guerra e pace nel paese delle rane - Pierre Cornuel (4 anni)

Rane blu e rane rosse vivono intorno allo stesso stagno, però non si possono vedere. Quando lo stagno si prosciuga, si coprono tutte di fango per rinfrescarsi. Ma come faranno ora a distinguersi? E chi riporterà la pace tra loro? 

 

  • Nel paese delle pulcette - Beatrice Alemagna (5 anni)

"Cosa succede quando le piccole pulci che vivono nel materasso in fondo al giardino danno una festa? Una favola divertente sulla differenza e la tolleranza, capace di catturare l'interesse di ogni bambino. Scritta e illustrata con una tecnica singolare, grazie alla quale Beatrice Alemagna coniuga il collage con l'impiego di inserti e tessuti. 

 

  • Il ranocchio innamorato - Max Velthuijs (5-6 anni)

Un giorno Ranocchio scopre di essersi innamorato della “bella, dolce, incantevole Anatra bianca” e lo confida a Porcello. Ma l’amico non è affatto “convinto” di questo amore così poco convenzionale: “Un ranocchio non può innamorarsi di un’anatra. Tu sei verde e lei è bianca!”. Ranocchio non si fa scoraggiare ma, troppo timido per dichiararsi, inizia a fare tutte quelle follie che si fanno quando si è innamorati. Così, anche solo per farsi notare, decide di esibirsi in quello che i ranocchi sanno fare meglio: i salti in alto, molto in alto, forse un po’ troppo in alto…

 

  • Il ranocchio e lo straniero - Max Velthuijs (5-6 anni)

Un giorno, comparve uno straniero che si accampò al margine del bosco... Che tipo è? Cosa cerca qui da noi? Quello è uno sporco lurido ratto... Con i ratti, bisogna stare in guardia, sono tutti ladri! ..." Inizia così la storia di Ratto che dovrà subire molte angherie e tante umiliazioni prima di vincere i pregiudizi degli altri e conquistare la loro amicizia. Una storia d'attualità assordante che racconta la realtà dei nostri giorni, senza reticenze, per far riflettere e sconfiggere l'indifferenza, i pregiudizi e la paura del diverso. Perché, come dice Ranocchio, "siamo tutti diversi" e ognuno di noi ha bisogno dell'altro. 

 

  • La zebra che correva troppo veloce - Desmond Jenni (dai 3 anni)

Zebra, Elefante e Uccelletto Rosso sono migliori amici del cuore. Un brutto giorno, pero', Elefante e Uccelletto Rosso decidono che di Zebra e delle sue corse sfrenate non ne possono proprio piu'. Ma quando iniziano ad avere nostalgia, Zebra non si trova da nessuna parte... 

 

  • Ti voglio bene anche se - Gliori Debi (dai 3 anni)

Mini è un cucciolo di volpe che si fa tante domande: Maxi lo amerebbe anche se fosse un orso feroce? O un coccodrillo spaventoso? E, soprattutto: l'amore dei grandi dura per sempre? Cosa succede quando non ci siamo più? Un libro pieno di poesia, che affronta temi come la paura della solitudine e dell'abbandono in modo semplice e delicato, per aiutare i bambini a crescere sicuri che l'affetto di un genitore resiste per sempre.

 

  •  La cosa più importante - Antonella Abatiello (dai 3 anni)

"Il coniglio diceva: la cosa piu' importante e' avere orecchie lunghe...": e' l'inizio di un'appassionata discussione tra gli animali del bosco in cui di volta in volta la particolarita' di ognuno viene considerata la piu' importante e come tale "imposta" a tutti gli altri: dalle pagine doppie che si aprono a sorpresa i bambini vedranno apparire una volta tutti gli animali con le orecchie da coniglio, un'altra volta con gli aculei del porcospino, con la proboscide dell'elefante e cosi' via... Sara' un gufo saggio a far capire che l'importanza di ciascuno sta proprio nella sua "diversita'". 

 

  • La pasticceria Zitti - Rosa Tiziana Bruno (dai 4 anni)

In città c'è un luogo dove si trova riparo dal mal tempo e da qualsiasi tempesta dell'umore: la pasticceria Zitti. Il signor Zitti ha un ingrediente speciale per i suoi dolci. Non si tratta di uno zucchero esotico e nemmeno di un cacao sconosciuto... si tratta del suo silenzio... Un libro sulla diversità ma anche sulla capacità di fermarsi ad ascoltare gli altri.

 

  • I cinque malfatti - Beatrice Alemgna (dai 4 anni)

I cinque malfatti sono cinque tipi strani: uno è tutto bucato; uno è piegato in due, come una lettera da spedire; un altro è tutto molle, sempre mezzo addormentato. Un altro ancora è capovolto, tanto che per guardarlo in faccia ti devi mettere a gambe per aria. E lasciamo perdere il quinto, sbagliato dalla testa ai piedi: una catastrofe. Abitano insieme, questi begli originali, in una casa: ovviamente, sbilenca. E che fanno? Niente, ma proprio niente di niente... Finché un giorno in mezzo a loro, come una punizione di divina, piomba, lui: il Perfetto. 

 

  • Gisella pipistrella - Willis Jeanne (dai 4 anni)

I giovani animali della foresta pensano che Gisella pipistrella sia matta. Perché dice che il tronco dell'albero sta sopra e le foglie stanno sotto? Per fortuna il Saggio Gufo sa che il mondo non è sempre uguale: dipende dal nostro punto di vista

 

  • Guizzino - Leo Lionni (dai 4 anni)

Guizzino era l'unico pesciolino nero in mezzo ad un branco di pesci rossi. Un giorno un grosso pesce famelico divoro' il branco, solo Guizzino riusci' a scappare. E comincio' a vagare per i mari scoprendo la bellezza dei fondali marini e dei suoi abitanti. S'imbatte' cosi' in un altro branco di pesci rossi, che viveva nascosto tra gli scogli per paura dei grossi pesci. Guizzino, con un trucco, ricompatto' il gruppo e tutti insieme sfidarono l'ira e il terrore dei pesci prepotenti, riconquistando la libertà'.

 

  • Diversi amici diversi - Alessandro Libertini (dai 4 anni)

Questo libro parla di diversità': di aspetto, di lingua, di cultura, di provenienza. In una società' multiculturale c'e' il pericolo che di volta in volta vengano scelti alcuni valori come "i migliori" e che lo sforzo educativo tenda all'omologazione, a far diventare uguale ciò' che e' diverso. Il libro racconta la storia di cinque mele diverse, per qualità', per aspetto, per carattere, e del loro incontro con frutti diversi, per specie, per forma, per provenienza. Si crea cosi' un gruppo che vede uniti "diversi amici diversi" nella realizzazione di un progetto comune reso possibile dalla presa di coscienza di ognuno della propria e dell'altrui unicità': unicità' intesa come valore, non come handicap, portatrice di reciproco arricchimento e non di sopraffazione.

 

  • Arriva il leone gigante - Kristina Brenkova (dai 4 anni)

Una tenera storia di fantasia e amicizia. Cosa si può fare con l'immaginazione? Tante cose, persino viaggiare in paesi lontani e molto diversi come l'Africa. E incontrare un leone gigante che viene dalla savana, e che diventa amico di Mattia. Il leone permette a Mattia di scoprire tanti luoghi nuovi, persone, fatti, provare sentimenti nuovi e sperimentare un'amicizia che non avrà  mai fine, fino a che rimarrà viva la fantasia. Amicizia, rispetto per le diversità  culturali e geografiche, amore per gli animali sono i temi di questo libro. 

 

  • Va bene se... - Isabella Paglia (dai 5 anni) 

Va bene se hai un naso lungo, sei piccolo come una formica, sei colorato come un camaleonte, porti gli occhiali... Va bene se arrivi primo o ultimo, se sei stato adottato, se hai una famiglia tradizionale o se la tua famiglia è molto singolare... Perché non c'è un bambino e un essere umano uguale all'altro e non esistono bambini o esseri umani sbagliati. Ogni differenza è una potenzialità, ogni differenza è qualcosa da vivere serenamente e con orgoglio. "Va bene se..." è un libro che attraverso una serie di simpatici disegni e di personaggi allegri e colorati vuole essere un aiuto ad affrontare il tema del diverso da sé. Diverso fisico, linguistico, estetico, diverso e basta, ma non per questo discriminato.

 

  • Le parole di Bianca sono farfalle - Chiara Lorenzoni (dai 5 anni)

Bianca non parla. Bianca non parla, ma vede cose che gli altri non vedono. Vede quando i sorrisi dicono le bugie e quando gli occhi parlano anche se la bocca riposa.

 

  • Guji-Guji - Zhiyuan Chen (dai 5 anni)

Un giorno un grosso uovo rotola nel nido di Mamma Anatra. Quando l’uovo si schiude sbuca fuori... un coccodrillo! Guji Guji, esclama. E questo diventa il suo nome. Guji Guji cresce insieme ai suoi fratelli anatroccoli convinto di essere anche lui un’anatra. Finchè un giorno si imbatte in una banda di coccodrilli cattivi che lo vogliono ingannare. Con i loro dentoni affilati, sognano una cena di grasse, squisite anatre... Guji Guji si trova in un dilemma. Chi è¨ veramente, un’anatra o un coccodrillo?

 

  • Orecchie di farfalla - Luis Aguilar (dai 6 anni)

“Mara ha le orecchie a sventola!” cantilena un gruppo di bambini alla piccola protagonista dell’albo. “No, figlia mia” la rassicura la mamma “sono solo orecchie come farfalle: che svolazzano intorno alla testa e le cose brutte colorano di festa”.

E così Mara impara a vedere le sue diversità da un altro punto di vista e mostra che la realtà non è da nascondere ma da valorizzare. Saprà allora ben ribattere alle malelingue che continuano a canzonarla: “Mara ha i calzini bucati!” “No, ho solo un dito curioso“….e così via per i capelli a spinacio, i vestiti stravaganti, la pancia brontolona….la bambina avrà sempre la risposta giusta per non sentirsi mancante ma, al contrario, portatrice di un piccola ricchezza. La ricchezza dell’essere differenti, di non essere omologati.

 

  • Il piccolo gorilla che voleva crescere in fretta - Jill Tomlinson (dai 6 anni)

Jill Tomlinson racconta la storia di Pongo, un giovane gorilla che non vede l'ora di diventare forte e saggio come il suo papà, il Grande Capo del branco. Tra poco Pongo non potrà più dormire nel nido sull'albero con la mamma, dovrà lasciare il posto alla nuova sorellina e prendersi cura di lei. Accanto al padre, con cui passa sempre più tempo, impara le leggi del branco, la differenza tra amici e nemici e il rispetto per chi più vecchio e debole, ma anche più saggio. Presto si rende conto che anche lui potrebbe diventare capobranco un giorno, ma per ora ha ancora voglia di giocare con gli amici.

 

  • Giò duepiedi - Sofia Gallo (dai 7 anni)

Giò è un ragazzino dai piedi esageratamente lunghi, e per questo viene deriso dai suoi compagni.

A un certo punto decide di ribellarsi e abbandona i banchi di scuola e,tra mille peripezie che coinvolgono ragazzini, genitori, bibliotecari e l’intero paese, riesce a ritrovare pace e stima in se stesso.

 

  • Nuvola Blu - Tomi Ungerer  (dai 7 anni)

La nuvola blu era diversa dalle sue compagne: era libera, curiosa e sorrideva quando le altre nuvole indispettite la minacciavano con tuoni e fulmini. Tutto ciò che veniva a contatto con lei diventava blu: gli uccelli, gli arcobaleni, la punta dei grattacieli. La nuvola blu cresceva, lasciando, ormai famosa, le sue tracce intorno al mondo. Ma un giorno vide il cielo riempirsi di fumo: era il cielo su una città in preda ai tumulti e agli incendi. I bianchi ferivano i neri, i neri colpivano i rossi, i rossi attaccavano i gialli e i gialli aggredivano i bianchi. La nuvola blu decise di diventare un acquazzone e, così, immersa nel blu, la gente smise di combattersi. 

 

  • In una notte di temporale - Yuichi Kimura (dai 8 anni)

In una notte di temporale, un lupo e una capretta si rifugiano in una capanna abbandonata alle pendici di una collina. Il temporale infuria, la pioggia scroscia e nella capanna il buio e' totale.

 

  • Sulle onde della libertà - Nicoletta Bortolotti  (dai 9 anni)

Mahmud vive a Gaza City, una città' colpita ogni giorno dai bombardamenti, e adora il surf. Anche Samir adora il surf. Ma il primo e' palestinese e l'altro israeliano. Ma che differenza fa? Hanno tutti e due gli stessi sogni e aspettano tutti e due la stessa onda da cavalcare. E non importa se quell'onda sara' israeliana o palestinese...

 

  • L'azzurro dell'amicizia - Imma Pontecorvo  (dai 12 anni)

Alessia è un'adolescente come tante, con un'innata passione per la danza e soprattutto per la scrittura. Da grande, infatti, sogna di diventare una giornalista. Condivide questi interessi con la sua migliore amica, Shaila, di origini indiane. Entrambe non hanno mai badato al diverso colore della pelle, o alla differenza tra le proprie culture di origine. All'inizio del secondo anno di liceo, però, l'inserimento in classe di due ripetenti, Gilda e Iolanda, romperà gli equilibri. Fin dai primi giorni, Shaila viene aggredita dalle due bulle con insulti razzisti e minacce di violenza. Solo grazie all'autenticità di quel bene sincero che provano l'una per l'altra riescono a superare queste difficoltà, ridipingendo le loro vite di azzurro. Una storia di due adolescenti ispirata a fatti reali, che affronta i temi attuali della disuguaglianza sociale, del razzismo e del bullismo in contesti scolastici ed extrascolastici. Un racconto che intende aprire un dialogo tra adulti e minori, al fine di sensibilizzare le coscienze su questi temi che negli ultimi anni stanno condizionando la vita di molti adolescenti

 

  • Mi chiamo Chuck, ho diciassette anni e, stando a wikipedia, soffro di un disturbo ossessivo-compulsivo  (dai 15 anni)

Charles, detto Chuck, ha diciassette anni e si lava le mani continuamente, controlla anche cento volte di seguito che le piastre dei fornelli siano spente e non va mai a dormire senza aver fatto la pipì fino allo sfinimento. Ha un amico del cuore, Steve, l'unico a cui confida le sue stramberie e una sorella, Beth, bella, normale e piena di amici che lo ignora fino a negargli persino l'amicizia su Facebook. La sua giornata è costellata dalla ripetizione di gesti, regole maniacali che lui stesso si è imposto per non perdere del tutto il controllo di sé. E poi ci sono le Converse: ne possiede decine di paia di ogni colore che ha abbinato ai vari stati d'animo. Converse rosse: arrabbiato; gialle: nervoso e così di seguito. I genitori, però, sono sempre più preoccupati e, nonostante le rimostranze di Chuck, decidono di spedirlo da una psichiatra. L'arrivo di una nuova compagna di classe e il desiderio di aiutare il suo amico bullizzato convinceranno Chuck a prendere sul serio i suoi sintomi e a iniziare una terapia.